Quesito Referendum Linea 2

RICHIESTA DI REFERENDUM CONSULTIVO AI SENSI DELL'ART. 101 DELLO STATUTO DEL COMUNE DI FIRENZE

“Volete che siano revocati i seguenti atti:

•  deliberazione consiliare 16/14 del 24 gennaio 2000 , che approva il progetto preliminare della seconda linea tramviaria Peretola-Piazza della Libertà per la parte in cui dispone: “di approvare, ai sensi dell'art. 1, comma 4, della legge 1/78, in linea tecnica il progetto preliminare della linea tranviaria Peretola- Stazione S.M.N. - Centro Storico – Piazza Beccaria, per un costo complessivo di 260,1 miliardi, composto dagli elaborati e dai documenti sopra elencati, facenti parte integrante del presente provvedimento. - Di prendere atto che il tracciato coincide costanzialmente con quello previsto dal P.R.G. Approvato con delibera consiliare n. 141 del 9 febbraio 1998 ad eccezione di brevi tratti per i quali si procederà all'adeguamento cartografico. - Di prendere atto che per l'acquisizione dei necessari pareri, nulla osta e assensi si procederà con Conferenza dei servizi subordinatamente alla elaborazione del progetto definito. - Di nominare quale responsabile del procedimento ai sensi dell'art. 7, legge 241 del 1990, l'arch. Riccardo Pepi”;

•  deliberazione di Giunta 1244/964 , che approva il progetto definitivo dell'opera per la parte in cui dispone: “di approvare il progetto definitivo della linea tranviaria Peretola- Stazione S.M.N. - Centro Storico – Piazza Beccaria, ai fini e per gli effetti di presentazione al Ministero dei trasporti entro il 31 ottobre 2000 [del progetto] composto dagli elaborati e dai documenti spora elencati facenti parte integrante del presente provvedimento”;

•  deliberazione di Giunta 884/714 del 15 ottobre 2002 , che approva una variante al progetto definitivo dell'opera che è stato trasmesso al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti per la parte in cui dispone: “di approvare ai fini della trasmissione al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti gli elaborati progettuali costituenti proposta di variante al progetto definitivo approvato con delibera n. 1244 del 27 ottobre 2000, predisposti al Italferr S.p.A. Nell'ambito dell'Accordo procedimentale copra citato in collaborazione con lo Staff Progettazione Tramvia del Servizio Controllo Attuazione Accordi di Programma con TAV, Società Autostrade e Tramvie del Comune di Firenze [...] di dare atto, una volta ottenuta l'autorizzazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sulle modifiche apportate che sarà proceduto a sviluppare il livello definitivo di progettazione della suddetta variante e ad approvare nuovamente il progetto definitivo dell'opera così come risultante a seguito delle modifiche intervenute nonché delle eventuali prescrizioni ministeriali, previa acquisizione dei necessari pareri, nulla osta e assensi in sede di Conferenza dei Servizi ed espletamento della fase istruttoria per la procedura di VIA secondo le norme in vigore”;

•  deliberazione di Giunta 1076/868 del 28 novembre 2002 , che approva il progetto definitivo del nuovo tracciato, che è stato trasmesso al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti;

•  deliberazione di Giunta 768/593 del 16 settembre 2003 , che approvava la fase istruttoria della valutazione di impatto ambientale limitatamente alle varianti progettuali per la parte in cui dispone “di approvare il rapporto conclusivo della fase istruttoria per la verifica di sottoposizione o meno alla procedura di VIA, redatto dalla Direzione Nuove Infrastrutture – Staff Geologia e Valutazione di Impatto Ambientale; di prendere atto che nel suddetto rapporto viene proposto di non sottoporre la variante al progetto di questione a procedura di VIA ma di subordinarla a specifiche prescrizioni e monitoraggi finalizzati all'eliminazione e/o mitigazione degli impatti sfavorevoli sull'ambiente”;

•  deliberazione di Giunta prot. 2004/G/00687 del 3 dicembre 2004 , successivamente integrata con deliberazione 2006/G/238 del 16 maggio 2006, con cui è stata aggiudicata la concessione di progettazione esecutiva, costruzione e gestioni unitarie del sistema integrato di tranviaria nei Comune di Firenze e Scandicci avente per oggetto la costruzione delle linee 2 e 3 (primo lotto) e la gestione del sistema integrato di Firenze costituito dalle linee 1, 2 e 3 (primo lotto) per la parte in cui dispongono di aggiudicare ai sensi dell'art. 37 quater legge 109 del 1994 la concessione avente ad oggetto la costruzione della linea 2, al promotore costituito dall'ATI avente come mandataria RATP International SA;

•  deliberazione di Giunta 2005/G/00085 – 2005/00132 del 1 marzo 2005 , con cui è stato approvato lo schema di convenzione con R.F.I. Avente ad oggetto la Regolazione dei rapporti derivanti dalla realizzazione della linea tranviaria Peretola – Piazza della Libertà, per la parte in cui questi atti, come sopra dettagliato a fianco di ciascuno di essi, prevedono la realizzazione della seconda linea tranviaria Peretola – Piazza della Libertà, preso atto che la revoca delle deliberazioni oggetto del quesito referendario potrà comportare oneri economici aggiuntivi per l'Amministrazione comunale?”

 

(quesito dichiarato ammissibile con ordinanza sindacale n. 200/00614 del 28 giugno 2007)